top of page

Come stai?

Aggiornamento: 17 mag 2020

Una domanda semplice e così potente.


L'epidemia di COVID-19 ha messo i datori di lavoro davanti alla necessità di una reazione rapida a un'interruzione senza precedenti nel mondo degli affari, nonché con la necessità di proteggere la salute e la sicurezza dei propri collaboratori sul posto di lavoro. Una forte leadership è il fattore chiave di successo per qualsiasi organizzazione. Durante i periodi di crisi, i dipendenti cercano ancora di più assistenza, sicurezza e supporto.

Una comunicazione chiara, trasparente e continua è più che mai richiesta. Il benessere mentale è diventato ancora più importante al giorno d'oggi. Il check-in individuale con i team è il modo migliore per mostrare presenza e supporto. Prendersi cura sinceramente ed essere presenti per ogni singolo membro del team, farà sicuramente la differenza. Per alcune persone l'assistenza sarà più a livello emotivo, per altri l'equilibrio tra lavoro e vita privata potrebbe essere una sfida, per non parlare delle potenziali sfide finanziarie legate alla riduzione degli stipendi o, peggio ancora, alla disoccupazione forzata. Le conversazioni di gruppo non saranno sufficienti, è necessario un approccio individuale e personalizzato per supportare ogni dipendente nel miglior modo possibile. Il coaching, ad esempio, può essere molto utile in quanto può aiutare a coinvolgere, supportare e responsabilizzare individui e team per superare gli ostacoli e le circostanze difficili durante questi tempi imprevedibili. Un investimento che non solo supporta il presente, ma si prepara anche al dopo. Ogni persona reagisce in modo diverso a una crisi. È un'esperienza individuale che fa emergere una varietà di emozioni dalle quali alcune delle più comuni sono: ansia, rabbia, dolore, depressione e frustrazione. Il primo passo è riconoscere l'emozione, che significa nominarla per quello che è. Le emozioni non sono né buone né cattive, è ciò che ne ricaviamo che le trasforma in una cosiddetta emozione "positiva" o "negativa". Quindi, riconoscere le nostre emozioni e nominarle ci consente di riconoscerle per quello che sono e quindi possiamo decidere cosa vogliamo fare al riguardo. Uno strumento utile potrebbe essere, ad esempio, quello di registrare su giornale le tue emozioni su base giornaliera; per vedere come le tue emozioni vanno e vengono in diversi momenti della giornata. Potresti riconoscere alcuni schemi che ti portano a provare quelle emozioni ricorrenti. Comprendere ciò che scatena le nostre emozioni è importante quanto l'emozione stessa; perché ancora una volta, se sappiamo per esempio cosa scatena la nostra rabbia o la nostra ansia, possiamo trovare modi per gestirle meglio al fine di lasciarle andare. Riconoscere e riconoscere le nostre emozioni è un'abilità vitale, specialmente in tempi di crisi. Se non hai avuto modo di pensarci molto, potrebbe essere il momento di iniziare, poiché ognuno ha il suo modo unico di elaborare le emozioni. Senza capire cosa stai provando sarà difficile sapere di cosa avrai bisogno per poter andare avanti.

Avere leader pronti a parlare delle emozioni con i loro dipendenti è quindi molto importante al giorno d'oggi. Tuttavia, ciò richiede innanzitutto essere consapevoli dell'importanza delle emozioni ed essere pronti a parlarne in un ambiente di lavoro. Il primo passo potrebbe essere semplicemente quello di chiedere "come stai?" ma non tanto per chiedere, piuttosto ascoltando davvero la risposta, sinceramente con tutti i sensi. Notando per esempio quando le parole dicono "sto bene", ma la comunicazione non verbale mostra segni che ci dicono "non sto bene"; sii presente per questa persona e rispondi a ciò che vedi e senti. Questo aprirà uno spazio significativo per una conversazione di valore. Uno spazio che consente di riconoscere e nominare le emozioni. Un esercizio molto liberatorio in quanto tale, soprattutto quando si tratta di rabbia e ansia anche a lavoro. Allora, come stai?

Qui il file con la versione originale dell'articolo

How are you?
.pdf
Scarica PDF • 47KB




PIlar Cabral Majerović è una business coach
25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page