Alla ricerca di senso

Aggiornamento: 21 giu 2020

Quando si tratta di motivazione, niente è più potente del significato di ciò che facciamo.

È il valore contenuto nei nostri obiettivi che ci consente di impegnarci con passione e perseveranza.


Non importa quanto abbiamo realizzato, se trascuriamo ciò che conta davvero per noi, non saremo mai in grado di goderne appieno. Ogni viaggio porta scoperta, avventura e grandi soddisfazioni, insieme a rischi e difficoltà. Lo sappiamo e siamo consapevoli che la vita è fatta di alti e bassi, ma quanto siamo pronti ad affrontare questo andamento altalenante che porta incertezza, crea spesso insicurezza, a volte frustrazione?

Il viaggio in cui ci troviamo è proprio quello che vorremmo compiere?


Ci sono momenti in cui sentiamo che qualcosa non va. Anche se difficile da identificare, il nostro corpo, il nostro umore e persino il modo in cui ci relazioniamo con gli altri ci dicono che non è così che dovrebbe essere.

Cerchiamo nuove strategie, un nuovo punto di vista, costruiamo un nuovo piano di azioni.


Eppure tutto sembra insufficiente o sbagliato, perché quello che non riusciamo a trovare non ha a che fare con quello che facciamo, quello che non troviamo è nella sfera dell'intangibile: è uno scopo.

Ogni individuo brama l'auto-realizzazione e ogni singolo essere umano ha bisogno di sapere che ciò che sta facendo ha senso. Altrimenti, la vita stessa non ha senso.

Quindi quando sorge quella strana sensazione, forse è il momento di scoprire se stiamo viaggiando verso quel lontano orizzonte che è la nostra visione personale o se stiamo andando semplicemente avanti, non importa con. quali risultati.


Cosa rende quello che facciamo rilevante? Qual è il valore che questo porterà alla nostra vita e quale valore alla vita di altri

Quando siamo chiari con noi stessi rispetto a questo niente placherà il nostro entusiasmo e la forza per affrontare alti e bassi. Ma se anche solo una volta ci chiediamo il perché di tutti i nostri sforzi, delle difficoltà, se non ci sentiamo di affrontare i rischi che si presentano, allora è meglio che ci fermiamo un attimo. Prendiamoci il ​​tempo di pensarci da una posizione di osservatore, e con sincerità riflettiamo sul senso. Se ciò che stiamo facendo è coerente con un progetto più ampio e con la nostra visione personale, allora siamo sulla strada giusta e questa consapevolezza ci riporterà a una centratura. Saremo pronti a focalizzare le nostre intenzioni e strategie, facendo magari qualche modifica se necessaria.


Se non è così, allora è meglio che ci chiediamo cosa vogliamo veramente. C'è sempre un modo.


Quel momento di epifania potrebbe essere un bellissimo tramonto nel deserto, o il sorriso di un bambino, o semplicemente una tazza di tè in cucina. Non perdere mai quel momento prezioso. È il tuo invito all'azione intuitiva.

Immagina il tuo giorno ideale nel futuro. Pensa a quel giorno, quando avrai raggiunto l'armonia, o l'equilibrio, o la felicità che stai. cercando; descrivi tutto in dettaglio come se fosse una sceneggiatura.


  • Dove sei?

  • Che cosa c'è?

  • Chi è con te?


Rendilo vivido e presente e stai lì ... ”Questo è il giorno in cui desideri vivere, questo è il futuro che meriti di creare.


Carla Benedetti è Founder di TH-HABITAT, international business coach, consultant, insegnante di kundalini yoga presso il KRI (Kundalini Research Institute)

#ricercadisenso #benessere #felicità #futuro

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti